LICEO ARTISTICO - Progetto "Sono come sono"

 Free Soul Art'è Spa e Liceo Artistico Ambrogio Alciati Vercelli.Trino

SONO COME SONO

Art'n'Soul Event 

SABATO 21 OTTOBRE

VERCELLI, VIA VIVIANI 18

a partire dalle 18.30 Inaugurazione 

 

Una collaborazione tra Free Soul Art'è Spa e Liceo Artistico Ambrogio Alciati, Vercelli.Trino.
Dirigente: Giuseppe Graziano.
Docenti responsabili di progetto : Daniela Fontanesi e Isabella Vitti. 
Con la collaborazione dei docenti Claudia Barone, Monica Falcone, Matteo Giammarinaro, Diego Pasqualin, Tiziana Salè.
Classi: studenti del triennio degli indirizzi di Arti Figurative, Architettura e Ambiente, Design. 
 

Da qualche anno a questa parte è diventata una gradita consuetudine la collaborazione tra Free Soul Art’è Spa e il Liceo Artistico Ambrogio Alciati; per quest'edizione si è deciso di proporre un macro tema portante legato all'autoritratto, da declinarsi e scomporsi in innumerevoli valenze e variabili dal titolo “Sono come Sono”. 

"Sono perché sono mentre l'orologio scandisce il suo tempo e cassetti stracolmi di pensieri, ricordi, speranze e cicatrici si riversano verso ogni dove: tele, assi, ferri, lastre. Tutto è concesso quando è l'anima a doversi ritrarre, a volersi raccontare in quelle infinite metamorfosi dell'essere che contraddistinguono e formano l'individuo. Sono perché sono, perché Sono come Sono mentre decido e accetto di mostrarmi all’altro e, grazie a questo incontro-scontro, poter ri-conoscermi e dirmi: IO."
 (Diego Pasqualin per il liceo Artistico Ambrogio Alciati)
 
Gli allievi sono stati invitati a riflettere sulla propria immagine, sull'essere e sull'apparire, sul divenire del proprio corpo e dell'anima, sull'immagine di sé legata ad esperienze personali, presenti o passate, piacevoli o sgradevoli, da tradurre infine in immagini. Queste possono essere di tipo figurativo oppure astratte, surreali o simboliche. 
Operando individualmente o in gruppo, guidati da insegnanti di diversi ambiti disciplinari, gli allievi hanno operato approfondimenti sul tema. Quindi hanno messo alla prova la loro creatività, sviluppando scelte cromatiche, iconografiche e materiche.
Come conseguenza, le opere esposte nascono da sensazioni soggettive e vita vissuta,  generando quelle o  altre sensazioni in chi le osserva.
Le opere si insinuano e prendono vita, all'interno di Free Soul Art'è Spa, in uno spazio espositivo che ogni giorno dialoga con il corpo e con la mente, creando un percorso visivo articolato con opere realizzate in legno, plexiglass, cartone, gesso, velluto, cavi, tela o altro. Su questi supporti i giovani artisti hanno dato forma a interventi grafici, pittorici, plastici, fotografici, polimaterici plasmando se stessi o l'immaginario di sè.
 
 
Un azione, un' espressione,  si trasformano in colore e materia;  un oggetto, una reliquia, diventano una sofferenza; un dolore diventa un graffio, un sogno diventa una trasparenza. L'IO  diventa gesto, diventa segno, ora impulso o raccoglimento creativo. Le sensazioni interiori, i volti e le anime di giovani artisti diventano segni e si manifestano in suggestioni visive e tattili , elementi di comunicazione da condividere. La superficie sono state pennellate, abrase, tagliate, graffiate, stampata e plasmata attraverso il gesto dei giovani artisti. Le opere cosi' concepite e interpretate dialogano con l'ambiente suscitando negli spettatori ulteriori risposte emotive.
Tutto questo all'interno di Free Soul diventa un'onda di presenze che si impossessa dello spazio.
 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.